Massimo Morini fa luce su… i BUIO PESTO…

Massimo Morini nasce a Genova e dall’età di tre anni e mezzo inizia a suonare il pianoforte. Cantante, compositore, direttore d’orchestra, attore, regista e componente dei Buio Pesto, un gruppo musicale genovese dall’aspetto talvolta folk ma che si giostra egregiamente reggheggiando tra musica popolare e rock, con testi cantati rigorosamente in dialetto genovese.  

La nostra reporter Vichy, è da sempre fan dei BUIO PESTO e ha incontrato Massimo per conto di LineaMusica nel backstage del concerto che hanno ultimamente tenuto a Sciarborasca, in provincia di Genova. Il Maestro Morini è stato lieto di incontrarla e parlarci un po’ di questo suo lato lavorativo ma non solo… A lei la parola. 

Abby Grant

Massimo Morini, dal 1991 al 2012 con le sue 29 partecipazioni consecutive al Festival di Sanremo, è un autentico veterano del notissimo festival musicale. Nessuno altro infatti, tra artisti e direttori d’orchestra, ha mai partecipato a ben venti edizioni, peraltro consecutive, della kermesse che vede coinvolto il mondo musicale italiano e internazionale.

Nel 1995, al suo debutto in veste di Direttore d’Orchestra a soli 26 anni, Massimo stabilì il record di più giovane Direttore della grande orchestra Rai. Da allora in questa veste ha accompagnato ben 150 esecuzioni sul Palco dell’Ariston suddivise in: 60 big,10 ospiti e 80 giovani. Personalmente finora Massimo Morini in quel degli annuali eventi Sanremesi ha collezionato 6 belle vittorie,  l’ultima con Emma Marrone e si è portato a casa ben 6 premi della critica. Sempre sul palco del più famoso evento musicale italiano ha diretto anche i Tokio Hotel che nel 2010 si sono esibiti live all’Ariston con l’accompagnamento dell’orchestra e in altre edizioni del festival canoro italiano più importante, Massimo è stato tecnico per artisti del calibro di Tiziano Ferro, Riccardo Cocciante, Andrea Boccelli e Christina Aguilera.

Ma Massimo Morini non è solo questo, questo poliedrico musicista è anche il tastierista e uno dei cantanti dei Buio Pesto, un gruppo ligure che nasce nel 1983. All’inizio il gruppo si esibiva in inglese, con scarso riscontro di pubblico poi, nel 1995  la svolta  dopo la pubblicazione del loro “BELINLANDIA“,  col loro primo album interamente cantato in dialetto genovese è arrivato il successo!

I Buio Pesto sono una band composta da 9 elementi di cui 5 cantanti. Massimo Morini è un po’ il “capo“ di questi, passatemi il termine affettuoso, pazzi scatenatiche per primi si divertono con la loro musica e che coinvolgono e fanno divertire le migliaia di persone che accorrono sempre ai loro live. Questi artisti fanno musica accompagnandola con arguti testi in dialetto, e seppur sia vero che fuori dai confini liguri ai più questo idoma è sconosciuto, tutti componenti amano così tanto la loro terra che per loro il linguaggio usato in questo frangente musicale diventa anche un modo di far conoscere ad altri particolarietà della Liguria.

Ogni CD del gruppo contiene brani inediti scritti da loro, più cover di canzoni famose e conosciute da molti e da loro riadattate. Ne cito una per tutte: nell’ultimo album intitolato “ZENEIZE“, c’è il brano “T’E’ ZENEIZE SE“ (sei genovese se) cover di Party Rock Anthem dei Lmfao!

 

Altra prerogativa che li distingue è la beneficenza, che alla fine è sempre l’importantissimo filo conduttore di tutti i loro concerti, vediamo si scoprire cosa c’è dietro…

D: C’è un motivo particolare che vi spinge a fare concerti per beneficenza o il vostro è solo altruismo?

R: Si, un motivo c’è, ed è purtroppo la morte di un amico, persona comune, capo di una Pubblica Assistenza colpito da infarto, per assurdo morto per mancanza di mezzi proprio quando lui ne aveva più bisogno… Dal quel momento ho detto: “bisogna fare qualcosa” ed è appunto nato il progetto AMBULANZA VERDE , ossia l’intento di raccogliere fondi grazie ai concerti e alle vendite dei cd acquistabili anche durante questi eventi. I proventi vengono poi destinati all’acquisto di automezzi  ma non solo e grazie alla collaborazione di tanti siamo riusciti ad acquistare anche defibrillatori, indispensabili per salvare vite umane.

D: Nel corso di questi anni i componenti della band sono rimasti sempre gli stessi?

R: No, all’inizio l’unico cantante era Andrea Paglierini ( Pagen ), quando poi lui è uscito dal gruppo abbiamo deciso che anche altri componenti dovessero cantare, ad oggi su 9 che siamo 5 di noi cantano, compresa la new entry Giorgia Vassallo.

D: Gli artisti con cui poi collaborate accettano subito di buon grado che il loro brano di punta diventi una cover boccaccesca dei Buio Pesto?

R: Chi accetta lo fa da subito e per amicizia, con Povia, Ruggeri, Christicchi tanto per citarne alcuni, ci vediamo anche al di fuori dalla sfera musicale, per una cena magari piuttosto che una partita a pallone.

D: C’è qualcuno che vi ha detto un NO categorico e che non siete mai riusciti a convincere?

R: Beppe Grillo ha detto no, anche se siamo amici non ha voluto partecipare alle riprese del nostro film “INVAXION ALIENI IN LIGURIA“ ma ha anche detto che sarebbe andato a vedere il film e che se gli fosse piaciuto si sarebbe alzato e avrebbe urlato al pubblico  Questo film è una figata pazzesca!!!” e così ha poi fatto!

D: Da fan di una band straniera che hai diretto sul palco di Sanremo ho una curiosità, com’è nata la collaborazione con i Tokio Hotel  che ha peraltro dato luogo alla loro splendida esibizione sanremese?

R: Sono stato contattato direttamente dalla Universal, avevo già sentito parlare di questo giovane gruppo ma non li conoscevo musicalmente. Mi sono documentato e ho cominciato ad ascoltare le loro canzoni, da lì alla realizzazione del tutto il passo è stato breve. Sono davvero in gamba, tanti artisti italiani dovrebbero imparare da loro, umili ed educati, non si sono montati la testa pur avendo venduto milioni di dischi… Sono ragazzi da 10 e lode! Con Bill siamo diventati amici, ci sentiamo spesso al telefono, ho spedito a loro i cd dei Buio Pesto e loro mi hanno regalato i loro album e altre cose… Bill ha anche aggiunto che se mai dovessero tornare a Sanremo vorranno me a dirigerli.

D: Avete mai pensato di fare una cover con un brano dei Tokio Hotel?

R: No, perché la stragrande maggioranza di pubblico non capirebbe in quanto probabilmente non conosce, spesso per motivi legati all’età, le loro canzoni. Siamo più propensi e stasera assistendo al concerto lo capirai, a produrre brani più commerciali.

D: Con quale altro artista ripeteresti l’esperienza?

R: Vasco, Ligabue, Pezzali e Renga… Ho già lavorato con loro, ma sono in attesa della grande occasione come Direttore d’Orchestra.

D: Nonostante le tue innumerevoli presenza a San Remo come Direttore d’Orchestra non avete mai partecipato come concorrenti con i BUIO PESTO! Perché?

R: In effetti questo è un po’ il nostro cruccio, non siamo famosi a livello internazionale per partecipare nella categoria “BIG” e al tempo stesso abbiamo superato i limiti di età per gareggiare nelle nuove proposte… l’unica nostra speranza è un presentatore ligure… (ridacchia, molto probabilmente pensando a Fabio Fazio…)

Lo spettacolo sta per cominciare, Massimo mi saluta, non prima di avermi regalato il loro ultimo CD “ZENEIZE” con tanto di dedica.  Mi aspetta una serata di bella musica, allegria, senza ovviamente mai dimenticare il piacere di essere qui anche per lo scopo benefico del evento che ha visto accorrere un pubblico numerosissimo.

Inutile dire che il concerto un completo successo, è stato strepitoso come del resto tutti i loro live precedenti, con in più, per me, la bellissima esperienza di non aver solo intervistato un’artista a tutto tondo, simpaticissimo e disponibile, ma di aver potuto confrontarmi amichevolmente anche un grande Direttore d’Orchestra!

Vichy per LineaMusica.it

La redazione di LineaMusica.it sentitamente ringrazia il Maestro Massimo Morini per la cortesia e disponibilità mostrataci, un affettuoso ringraziamento anche a Vichy che sicuramente ci rappresenterà anche in altre situazioni.

Fonte: LineaMusica.it


Lascia un Commento

Registrati per lasciare un commento.

Gravatars mostra la tua fotografia personale. È possibile ottenere la vostra gravatar gratuitamente!