Il rock latino finalmente arriva in Italia: Manà in concerto a Milano!

(c) Valentina per LineaMusica.

 

Milano Assago. 7 Luglio 2012.

 

La ventiduesima edizione del “LatinoAmericando Expò” a Milano Assago, a due passi dal Mediolanum Forum, è riuscito a portare quest’anno la più grande e famosa band di rock latino: i Manà.

Da quasi due anni i fans italiani e latini del gruppo stavano aspettando questo momento e dopo sogni infranti di false notizie e insicurezze date dal tour mondiale, iniziato nel mese di Giugno.
Ma finalmente la data è arrivata, riscuotendo un enorme successo, anche tra chi, per le prima volta, ha potuto ascoltarli del vivo perché per caso si trovava al festival.

Il concerto si apre con la sinfonia numero 5 di Beethoven, con nubi plumbee (dai maxischermi) che corrono e sembrano trascinare lo spettatore in quella che sarà una corsa tra passato e presente di questa lunghissima carriera. È proprio un pezzo “old school” ad aprire lo spettacolo con le note di “Oye Mi Amor” per poi passare al leitmotiv dettato dai brani di “Drama y Lux”.

Dalla scenografia semplice, essendo un festival, gli schermi riportano le immagini della band scatenata sul palco e di una folla energica ed entusiasta. Le telecamere (forse de “Latino Americando” o forse di un ipotetico Dvd girato proprio a Milano?) colgono bandiere dell’America Latina, immortalano sorrisi e lacrime. I filmati raccontano storie, immagini, inni di speranza e lotta, quali sono le canzoni dell’ultimo cd, e imprimono parole e ricordi.

Due ore e un quarto di musica, passione, balli e scambi con il pubblico. Una ragazza viene fatta salire sul palco per la parentesi unplugged: un divano, un vaso di rose gialle e rosse, Fher – il cantante – e Sergio, lead guitar. Tante le emozioni, per non parlare di una fantastica versione di “Adagio” con la chitarra elettrica e successivamente accompagnata dalla batteria di Alex per la seconda strofa. Brividi!

Non sono mancati gli incentivi a tenere unita l’America latina, con gran risposta da parte di ogni latino presente al festival, proveniente da ogni nazione.

Il pubblico totalmente ammaliato, non rispondeva che entusiasta alle domande poste loro.

E per chi è cresciuto con la loro musica, chi li ha tanto attesi live, chi era sulla soglia delle lacrime e con il cuore che scoppiava di gioia, francamente, è impossibile descrivere quanto sia stato bello il loro concerto, perché si sa, “l’emozione non ha voce”.

 

Valentine per LineaMusica.

Fonte: (c) LineaMusica.

Ricevi ora il nuovo catalogo!

Lascia un Commento

Registrati per lasciare un commento.

Gravatars mostra la tua fotografia personale. È possibile ottenere la vostra gravatar gratuitamente!