Gods of metal 2012: Black Veil Brides, i grandi assenti.


Hanno dovuto cancellare la loro performance programmata per il 23 giugno ai Gods per un lutto che ha colpito Andy Sixx cantante e frontman del gruppo.

E, nonostante le star non siano mancate sul palco dei Gods,la loro assenza si é fatta sentire. Grande é stata la delusione di chi, arrivando appositamente anche da centinaia di chilometri per poterli vedere, ha scoperto suo malgrado che non si sarebbero esibiti e tra il pubblico c’era chi, per omaggiarli, ha comunque indossato la t-shirt con il loro logo.

I BVB devono il loro nome, che letteralmente vuol dire ”spose dal velo nero”, al cantante del gruppo Andy Sixx che ha dichiarato di essere sempre stato attratto da tutto ciò che può essere riconducibile al cattolicesimo romano e all’immaginario dark che evoca. Secondo il frontman del gruppo l’idea delle suore che quando ”sposano” Dio indossano un velo nero, sottolineando l’abbandono dei piaceri della vita, si ricollega alla scelta di una rock star che per perseguire la sua passione deve abbandonare molte cose.

Pur essendo giovanissimi i BVB vantano un ‘escalation della loro carriera di tutto rispetto per i risultati ottenuti in breve tempo.Nel luglio 2010 i BVB pubblicano il loro primo album ufficiale ”We stitch these wounds” che vende 10000 copie solo nella prima settimana di uscita e li colloca tra i primi in classifica nella Billboard independent chart. Un album raffinato questo che nasconde al suo interno vere e proprie chicche come ”Heaven’s calling” e ”All you hate” dove la capacità tecnica dei membri della band é messa in evidenza grazie anche alle armonizzazioni e ai modi tipicamente baroccheggianti, riconoscibili da un orecchio attento. Chapeau alla batterista Sandra Alvarenga che ha collaborato alla realizzazione del cd prima di lasciare la band per entrare nei Modern Day Escape.

.Nel giugno del 2011 esce il secondo lavoro del gruppo ”Set the world on fire”, dove lo stile ”scream” viene abbandonato a favore di un sound più vicino al glam rock e all’hard rock. Una importante svolta per i giovanissimi componenti della band che li porta a breve a collaborare con icone del rock come Zakk Wylde ex membro della band di Ozzy Osbourne. Di rilievo é il brano ”Love isn’t always fair”, dove la sincronia degli attacchi delle chitarre spesso affiancate dalla batteria, superano le aspettative dell’ascoltatore in quanto a perfezione. Degna di nota e’ anche ”The legacy” che esce come singolo accompagnata da un videoclip. Il pezzo si distingue per la forma complessa, che passa dalla ritmica tipicamente hard rock, alla ballata, con un pizzico di scream, primo amore della band. Inutile sottolineare anche in questo caso le capacità tecniche dei membri del gruppo : Andrew Dennis Biersack – voce, Jake Pitts – chitarra, Ashley Purdy – basso, seconda voce,Jeremy Ferguson – chitarra, violino e Christian “CC” Coma – batteria.

 

Rapida l’ascesa della band di questi giovanissimi musicisti , che li ha visti quest’anno in tournèe con delle icone del rock come i Motley Crue che li hanno voluti espressamente al loro fianco. Ed e’ di pochi mesi fa l’uscita del singolo ” Unbroken ” , utilizzata tra l’altro come colonna sonora del film ‘The avengers ”uscito nelle sale nel mese di maggio,che insieme a ”Coffin” uscito più di recente, anticipano l’uscita del nuovo lavoro discografico che é previsto per la fine del 2012. Da sottolineare per entrambi i lavori due particolarità : per quanto riguarda ” Unbroken”, ancora una volta i BVB riescono a creare una geniale miscellanea : il graffiante suono rock,che ci accompagna per tutta la durata del pezzo sfocia in un finale eseguito con quella che e’ la formazione classica del quartetto d’archi : una pennellata di colore che completa un quadro perfetto.

”Coffin” é’ il secondo singolo che anticipa questo attesissimo album e’ accompagnato da un videoclip ambientato in quelli che sono i luoghi che hanno da sempre affascinato Andy Sixx ,frontman della band: chiese sconsacrate dove si svolgono strani riti propiziatori, il tutto accompagnato da un ritmo incalzante .

In pochi anni i BVB hanno fatto passi da gigante come abbiamo potuto vedere, a dispetto di chi li reputa un gruppo per ragazzine impazzite hanno dimostrato di avere grande conoscenza e preparazione sia tecnica, che strumentale, che musicale…ancora una volta mi sento di sottolineare che il compito di chi ama la musica é andare sempre oltre quello che può essere un immagine più o meno discutibile: la musica si ascolta con orecchie e cuore, e i BVB soddisfano entrambi alla grande.

(Fonte: Duffy Queen per  Lineamusica.it)

 

 

 

Fonte: Duffy Queen per Lineamusica.it

Ricevi ora il nuovo catalogo!

Lascia un Commento

Registrati per lasciare un commento.

Gravatars mostra la tua fotografia personale. È possibile ottenere la vostra gravatar gratuitamente!