Asolo Art Film Festival 2012

 

Festival del Cinema d’Arte ad Asolo

31esima edizione, 18-29 agosto 2012
Teatro “Eleonora Duse” – Asolo
www.asolofilmfestival.it

Le origini della rassegna risalgono al 1973, quando, dalla felice intuizione di Flavia Paulon e dalla lungimiranza di un’Amministrazione locale decisa a sostenere il risveglio culturale della cittadina, nasceva ad Asolo il Festival Internazionale del Film sull’Arte e delle Biografie d’Artista, da una costola della Mostra di Venezia. Flavia Paulon, oltre ad esserne stata la fondatrice, ne fu il direttore artistico fino al 1982, e sotto la sua direzione la rassegna conobbe un periodo di grande successo a livello internazionale. Hanno partecipato al concorso registi e artisti famosi come Andrej Tarkovskij, Alain Resnais, Jean Rouch, Nam June Paik, Hermann Nitsch, Adrian Maben, Luciano Emmer, Giorgio Treves, Fabrizio Plessi, Gaetano Pesce, Luca Verdone.

Dopo un’interruzione durata alcuni anni, rinasce nel 2001 col nome di AsoloArtFilmFestival seguendone la tradizione culturale di Flavia Paulon, e rappresentandone l’ideale continuità. L’edizione 2011 ha visto la proiezione al Teatro Duse di 56 opere, di cui 52 film in concorso selezionati tra le 490 opere da 52 Paesi e la realizzazione di un speciale Festival Fuori dedicato alla Cina con mostre e artisti di fama internazionale. I film vengono conservati e arricchiscono la Mediateca A.I.A.F.

Oltre 40 film in concorso e 20 nazioni rappresentate,premi, mostre, incontri, performance e video-installazioni. Da menzionare Arthur & Vincent, cortometraggio che accosta vita e opere di Arthur Rimbaud e Vincent Van Gogh, morti entrambi a trentasette anni, che non si conoscevano ma avevano molto in comune. Tra le biografie, quella di Xavier Villetard, con Chez Frida Kahlo. Tra i film sul design non si il cortometraggio di Alessandro Bernard e Paolo Ceretto, Programma 101, quando Olivetti inventò il PC, documentario che racconta la storia dell’invenzione del primo personal computer.

Tra i film della sezione videoarte e computer art, per opere che vedono l’utilizzo di tecnologie informatiche come strumento di espressione artistica, sarà possibile vedere il corto Metachaos, di Alessandro Bavari, progetto visivo multidisciplinare, che si articola in un cortometraggio,in una serie fotografica e in dipinti realizzati a tecnica mista, che vuole rappresentare gli aspetti più tragici del genere umano.

La sezione produzioni di scuole di cinema per film realizzati da Scuole di Cinema, Istituti Superiori Specializzati e Università vede opere come Zing, corto in computer animation della scuola tedesca Filmakademie. Una serata di proiezioni speciale dedicata al Paraguay, con una proposta di tre film: Karai Norte, di Marcelo Martinessi, basato sul racconto breve Arribeño del Norte dello scrittore paraguaiano Carlos Villagra Marsal; Ahendu nde Sapucai, di Pablo Lamar, tra identità e memoria del Paraguay; The Cinero, di Hugo Gammara, che racconta la storia dell’ultimo cinema ambulante del Paraguay.

Tra i film “Fuori Concorso” la biografia di Mirco Melanco dedicata a Giuseppe Taffarel, regista veneto mancato nell’aprile di quest’anno, a cui AsoloArtFilmFestival aveva riconosciuto il premio alla carriera “Flavia Paulon” nell’edizione ’09 del Festival. E ancora Ritratti veneti: Andrea Zanzotto, di Giovanna Pastega: una delle ultime interviste rilasciate dal celebre poeta trevigiano recentemente scomparso che ripercorre tutta la sua vita personale e poetica.

La Rassegna Speciale Cinema Russo propone diversi film tra cui: The Reverse Side of Stalker, di Igor Majboroda, racconto della drammatica storia di vita e di lavoro di uno dei più leggendari direttori della fotografia russi, Georgij Ivanovic Rerberg (1937-1999). Majboroda ricostruisce il “dietro le quinte” di Stalker (1979), di Andrej Tarkovskij. A questa si aggiunge l’iniziativa con l’Istituto italiano di Cultura a San Pietroburgo e l’istituto centro multimediale “Lendok” di San Pietroburgo per la proiezione di alcuni video documentali e storici di produzione russa come Two Highways di Alexander Markov e Nick Teplov, film sulla vita dell’artista.

Anche quest’anno il Festival sarà affiancato da mostre ed eventi “Fuori” dalla sala cinematografica. Per la prima volta nella Gipsoteca di Antonio Canova di Possagno. Le mostre quest’anno dedicate alla Russia si svolgeranno dal 18 agosto al 16 settembre. Presso la Pinacoteca del Museo Civico di Asolo sarà ospitata la collettiva di fotografia Mother Russia. In omaggio alle straordinarie figure femminili che hanno reso celebre Asolo nel mondo (come l’attrice Eleonora Duse o la scrittrice Freya Stark), la mostra raccoglie una serie di ritratti femminili realizzati da importanti ed emergenti autori russi (Igor Starkov, Sasha Rudelsky, Anastasia Khorashilova, Max Sher, Katerina Belkina…).

La prestigiosa Gipsoteca di Possagno invece ospiterà due allestimenti. Il progetto Generations of Winter della russa Polina Pakhomova, una reinterpretazione visiva del racconto del romanzo storico di Vasily Aksyonov che narra della repressione stalinista. Il secondo progetto è quello di Stefano Seconetti Seconde, artista proveniente da Buenos Aires con origini possagnesi, che realizzerà un installazione dedicata alla pace e alla memoria della campagna di Russia.

Presso le Sale espositive Gobbato sarà allestita la mostra personale di Olga Chagaoutdinova. Il progetto che mostra per la prima volta insieme fotografie ed una video installazione solleva interrogativi sul ruolo della donna e la sua rappresentazione nella società contemporanea. Presso la Galleria Browning sarà allestita una mostra interattiva dal duo londinese dell’artista inglese Denise Wyllie e Clare O’ Hagan. Già premiate nella scorsa edizione con il film First Darkness, le artiste hanno scelto di ritornare ad Asolo e di organizzare un evento particolare. Nella Torre Reata invece una suggestiva installazione audiovisiva dedicata alla memoria del poeta russo e premio Nobel per la letteratura Josif Brodskij.

La Giuria della 31esima Edizione è composta da: Vittorio Dalle Ore, già assistente di Akira Kurosawa e produttore cinematografico; Mikkel Maltha, supervisore musicale di produzioni cinematografiche; Prati Kulshreshtha, giornalista e docente universitaria indiana; Carlo Bragagnolo, documentarista e fotografo; Manlio Brusatin, insegnante alla Facoltà di Design Politecnico di Milano e alla Facoltà di Architettura di Alghero.

Il Premio Arte Cultura, dedicato a personaggi rilevanti per la diffusione della cultura nel territorio, celebrerà quest’anno la memoria di Francesco Conz, profeta e sostenitore dell’Anti-Arte e del Fluxus cui vicenda storica si lega significativamente a quella di Asolo. Presso il Teatro Eleonora Duse in Asolo sarà allestita una mostra dedicata a Francesco Conz. Il Premio Eleonora Duse, riservato figure femminili distintesi per il loro merito artistico sarà invece consegnato alla russa Olga Chagaoutdinova, per la sua ricerca sugli aspetti culturali e iconografici della società russa. (Comunicato Ufficio Stampa AIAF)


Ricevi ora il nuovo catalogo!

Lascia un Commento

Registrati per lasciare un commento.

Gravatars mostra la tua fotografia personale. È possibile ottenere la vostra gravatar gratuitamente!