“Mio nonno è morto in guerra”: l’ultimo libro di Cristicchi per combattere il silenzio!

Per non dimenticare cos’è la guerra in questi tempi di finta pace.

“Mio nonno muore ogni volta che un crimine resta impunito, ogni volta che un massacro di innocenti viene rimosso, ogni volta che un bambino viene mutilato da una mina che non sia di matita, ogni volta che il silenzio discende sulle masse che non sanno. Mio nonno muore ancora di più in questi tempi di finta pace.”

Una raccolta di storie che rischiavano l’oblio, la volontà di Cristicchi di non lasciare che il silenzio avvolgesse quegli anni di vita vissuta con un tasso di rischio e pericolo oltre la soglia del sopportabile, per evitare che “il silenzio di uomini e donne ammutoliti dal frastuono della Storia” si converta in ignoranza del nostro passato.

Un libro commovente, toccante e coinvolgente: non stiamo leggendo storie inventate o di persone troppo lontane… chi è raccontato in questo libro, chi racconta esperienze di vita vissute e le proprie storie potrebbe benissimo essere nostro nonno.

Perché, come afferma lo stesso Cristicchi, “credo fermamente che se ogni ragazzo italiano, oltre a studiare a scuola le scienze o la geografia, sapesse raccontare la storia dei propri nonni, nel nostro paese assisteremmo ad una piccola grande rivoluzione culturale.”

 

© Chiara Colasanti per LineaMusica.it

Ricevi ora il nuovo catalogo!
“Mio nonno è morto in guerra”: l’ultimo libro di Cristicchi per combattere il silenzio!

Tags: , , ,



Lascia un Commento

Registrati per lasciare un commento.

Gravatars mostra la tua fotografia personale. È possibile ottenere la vostra gravatar gratuitamente!