Marco Mengoni riparte da…Solo !

 

C’è fermento intorno all’ultimo lavoro di Marco Mengoni, nei negozi da oggi.

Dopo la vittoria al talent show X-Factor e la partecipazione al Festival di Sanremo, Marco si presenta entusiasta del suo nuovo album.

A distanza di un anno dal suo ultimo successo, il cantante più amato del pop italiano torna col suo ultimo lavoro: Solo 2.0 .

Dopo il successo dell’esclusivo showcase milanese del 22 settembre, il giovane “Re Matto” si è prestato gentilmente alle domande dei giornalisti.

Grazie alla cordiale ospitalità della Sony Music Italy, con sede a Milano, noi di LineaMusica abbiamo avuto il piacere di presenziare alla round table con il cantante.

Ecco cosa ci ha raccontato.

 

Com’è nato il tuo nuovo album, Solo 2.0?

Il CD è frutto di una sorta di post depressione dal tour. Una volta tornato a casa, mi sono reso conto di quanto ci si possa sentire soli a distanza dai propri fan. Le idee per le canzoni sono state quotidiane, quasi come se stessero trasmettendo un anime giapponese.

Perché “2.0”?

“  Corrisponde ad un aggiornamento. Ci sono nuovi pezzi, molto più tecnologici e moderni rispetto a quelli dei miei lavori precedenti. “

Sei soddisfatto del tuo ultimo lavoro?

Mi sarebbe piaciuto avere più tempo ma ne sono contento, nonostante si possa sempre migliorare. Ammetto di preferire la registrazione su nastro, perché molti brani non avranno più le stesse sonorità dal vivo. È semplice riconoscere la differenza tra questo album ed il precedente.

Qual è il tuo brano preferito di “Solo 2.0”?

Sicuramente “Solo”. È un brano complicato e diverso dal solito. È stato in grado di mettermi alla prova.

Cosa ti ha ispirato nella stesura di “Solo”?

Questa particolare canzone è nata in giro, durante il vecchio tour. Sono stato ispirato dalla sensazione di essere estraniati dal mondo. Molte volte mi succede di sentirmi solo, per quanto possa apprezzarlo talvolta.

Ci sono dei duetti nel nuovo album?

Non duetti, ma collaborazioni. “Solo”, anche perché si sentirà solamente la mia voce. Ho però lavorato con due talentuosi autori che hanno centrato perfettamente il concetto di solitudine che volevo imprimere all’album. Uno di questi è Neffa, che ha scritto per me “Un finale diverso”, mentre il secondo è Davide Rossi che ha lavorato all’arrangiamento degli archi in “Mangialanima”. Ma vorrei fare un ringraziamento anche al gruppo vocale dei Cluster. Hanno molto talento e sono felice di aver lavorato con loro, quanto con il maestro Gurian.

Come mai hai scelto di inserire dei brani in inglese nella tracklist del tuo nuovo album?

Non c’è un motivo preciso. Mi piace molto la lingua, anche se dubito sarei pronto ad esibirmi all’estero. Vorrei poterlo fare quando sarò più maturo.

In allegato a “Solo 2.0” uscirà il tuo fumetto interattivo, “Comic 2.0”. Com’è nata quest’idea?

Mi sento molto legato all’arte grafica. Ho studiato in un istituto d’arte, perciò sono molto affascinato dagli effetti visivi. “Comic 2.0” è nato dalla mia voglia di fuggire dalla realtà. Ogni sera, prima di dormire, mi ritrovo sempre ad immaginare una vita parallela, che si distacca completamente da quella del cantante. “Comic 2.0” avrà comunque un sottofondo musicale. Le immagini sono state curate e modificate dal mio caro amico Zed. “

Presto inizierà il tuo nuovo tour. Voglia di tornare ad esibirti dal vivo?

Assolutamente sì. Non vedo l’ora di ritornare a cantare per tutti i miei fan.

 

Le date prestabilite sono quelle del 26 Novembre al Mediolanum Forum  di Milano e del 29 Novembre al Palalottomatica di Roma.
Nel frattempo, potrete riascoltare Marco nel suo nuovo CD.

 

 

 

 

© Simona Giuliano e Stefania La Torre per LineaMusica.it



One Comment on “Marco Mengoni riparte da…Solo !”

  • EmilyBlack scritto il 29 settembre, 2011, 12:30

    Da fan di Marco posso dire che è una bell’intervista (:

Lascia un Commento

Registrati per lasciare un commento.

Gravatars mostra la tua fotografia personale. È possibile ottenere la vostra gravatar gratuitamente!