X Factor: Prima puntata della seconda edizione

E' iniziata la nuova edizione di X Factor, in onda su RAI 2. La novità più eclatante riguarda la figura di direttore creativo assegnata a Luca Tommassini.

Nel mondo della danza, ancora prima che nel panorama musicale internazionale, Tommassini è un nome che ha una certa rilevanza grazie ad una escalation lavorativa prestigiosa che innalza la vena artistica e la creatività tutta italiana.

Il suo esordio a X Factor è stato brillante e degno di nota per il lavoro meticoloso fatto su ogni artista in gara. Ballerino, coreografo, regista, look maker, il suo lavoro copre quella indispensabile cornice che mette in risalto le qualità vocali del cantante.

Certo, si sa, se un cantante è bravo lo si sente anche con la sola voce e due accordi, se non a cappella direttamente, ma una pop star deve avere anche una grande personalità e padronanza scenica che inevitabilmente devono essere sottolineati dal difficile lavoro di Luca Tommassini.

Come creativa mi viene facile pensare che su certi artisti, pronti e già forti sul palco, l'idea di come presentarli televisivamente viene immediata grazie proprio a quella serie di imput che l'artista stesso sprigiona sul palco, così come nel backstage. Più complicato studiare effetti e immagine su alcuni cantanti ancora acerbi o dalla personalità artistica non meglio definita per i quali non solo è difficile trovare abiti e look appropriati, ma anche la famosa e famigerata "collocazione discografica" di cui si sente parlare spesso in trasmissione.

Il rapporto tra immagine e personalità è determinato dalla convinzione e dalla credibilità che l'insieme restituisce agli occhi del pubblico. Il lavoro eseguito sui cantanti da Tommassini è stato perfetto per ognuno, sottile, raffinato e pertinente con il repertorio musicale presentato.

Sulla eliminazione dei bravi Synacria Symphony si è paventato l'errore di look da parte del direttore creativo che li avrebbe caricati di abiti importanti forse troppo sofisticati per il gruppo vocale. Non sono d'accordo, l'immagine studiata per i Synacria era perfetta: ha tenuto conto delle diverse fisicità degli elementi ed ha puntato sulla classicità ed eleganza del bianco proposto nella modernissima rivisitazione di abiti dal sapore antico, peraltro in gran voga anche sulle passerelle internazionali del fashion system.

Il look aveva il messaggio forte di un gruppo dalla formazione classica, elegante , attenta però alle tendenze del momento. Mi sono piaciuti e molto. Non vi è stato quindi alcuno sbaglio, ma forse al gruppo è mancata la convinzione e la padronanza scenica per avvalorare il lavoro d'immagine assegnatagli da Tommassini. Da tenere conto anche che la gara finale era tra i Synacria le le SOS, forse anche loro incerte e poco incisive sul palco, ma con un potenziale più alto nelle vesti di pop star.

La scelta comunque alla fine è stata naturale e scontata. Luca Tommassini ha una visione internazionale dell'artista il quale si suppone potrebbe un giorno doversi misurare con mercati diversi dal nostro, già abituati ad immagini meno "provinciali" e più cosmopolite di una pop star. Un applauso quindi a Tommassini per l'ottimo lavoro che invita con piacere a scoprire le sue creazioni per le prossime puntate.

Restando in tema di look devo dire che ho apprezzato anche la rinnovata immagine di Simona Ventura, tornata bionda e con acconciatura semplice ed elegante, così come per il suo look personale che ho trovato garbato e consono alla figura che ricopre in questo contesto. Morgan e Maionchi fedeli a se stessi, efficaci e credibili come sempre. Bravo, sempre più bravo, Francesco Facchinetti, attento alle sottigliezze e al senso del buon gusto.

Devo proprio dire che a parte qualche battibecco e polemica di troppo, che in diretta sarebbero da evitare sempre a meno che non si voglia ricalcare un certo stampo televisivo di cui proprio non se ne può più, XFactor è il nuovo San Remo, il punto d'incontro per chi ama la musica e a mio avviso una delle poche trasmissioni che mette in risalto il talento in grado di catalizzare un target trasversale di pubblico televisivo. Dalla prima puntata è emersa Ambra Marie, rocker senza ombra di dubbio con un X Factor forte, dalla voce e personalità convinta e convincente. Bellissimo l'effetto luci tipo video-clip creato su di lei da Tommassini.

Cosa cambierei della trasmissione? La scelta dei gruppi vocali invece delle band. Inutile "mortificare" bravissimi vocalist quando si sa in partenza che per la trasmissione sarebbero più adatti gruppi di voci abituate a repertori più moderni e pop. Aspettiamo la seconda puntata.

V.V. per ChicMagazine.it
SHOWBIZ by V.V. – LineaMusica.it

Foto X Factor – LucaTommassini – Uff. Stampa Goigest
web: Luca Tommassini

Gennaio 2009


Lascia un Commento

Registrati per lasciare un commento.

Gravatars mostra la tua fotografia personale. È possibile ottenere la vostra gravatar gratuitamente!